This post is also available in: enEnglish

Articolo completo al link: www.borsaitaliana.it


Iervolino Entertainment, dal debutto a fari spenti alla palma di migliore Ipo dell’anno Oggi, 15:44 di Titta Ferraro Altro debutto con il botto oggi sull’AIM Italia con Doxee che balza di oltre il 30%. Il 2019 ha visto ben 35 new entry nel segmento del listino dedicato alle PMI e che offre un percorso di quotazione semplificato. Debutti che hanno visto caldissime accoglienze anche nei casi di Officina Stellare (+54%), Cyberoo (+51%) e FOS (+44%). Exploit che però si sono spesso fermati al singolo giorno di debutto. Caso opposto è quello di Iervolino Entertainment, Global Production Company specializzata nella produzione di contenuti cinematografici e televisivi sbarcata sul mercato Aim di Borsa Italiana il 5 agosto 2019 a un prezzo di 1,95 euro. L’esordio non è stato da applausi, ma nelle settimane e mesi successivi si è tramutata in una storia di successo.

Oggi il titolo ritraccia del 3% a 5,6 euro dopo che nell’intraday si era sospinto fino a un nuovo massimo assoluto a 6,12 euro, pari a oltre +200% dalla quotazione. Nella fase di collocamento la società ha raccolto 10,7 milioni di euro, risorse che verranno impiegate per creare produzioni innovative, acquisire proprietà intellettuali di alto livello, potenziare la web tv e sviluppare nuove serie di short content, che ben si adattano all’uso attraverso gli smartphon. L’Amministratore Delegato e Presidente Andrea Iervolino, intervistato nel numero di dicembre di Wall Street Italia, rimarca come “la frontiera dei contenuti digitali di nuova generazione, che vengono distribuiti alle diverse piattaforme, sta diventando il nostro core business. Basti pensare che, secondo alcune ricerche, nei prossimi 10 anni circa il 98% del consumo dei contenuti video si sposterà su formati brevi e su piattaforme mobili, dal telefonino al tablet. Episodi da 5 a 8 minuti al massimo, che potranno essere visti in mobilità andando a scuola o al lavoro. Siamo leader nella produzione di video content di qualsiasi genere: film, short content, broadcast, tv show. Il comune denominatore è la lingua inglese, con star internazionali e con un formato versatile. Per quanto riguarda l’intero 2019, posso confermare gli obiettivi comunicati al mercato dopo avere chiuso i primi nove mesi dell’anno, con ricavi in forte crescita a 47,7 milioni di euro e un Ebit di 14,2 milioni”. I progetti in corso “Ho sempre avuto un buon rapporto con la tecnologia. Questa è la direzione che ha preso l’industria cinematografica” prosegue Iervolino nell’intervista al mensile di finanza.

“Ci stiamo muovendo con grande determinazione in questo campo. Da poco abbiamo iniziato la realizzazione della web series Puffins, composta da short content della durata di 5 minuti, un totale di 500 episodi che vedono come protagonista un personaggio che ricorda Johnny Depp. Si tratta dello spin-off del film di animazione per famiglie Arctic Justice”. Sul fronte cinematografico, sottolinea il top manager, “abbiamo presentato in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia il nostro ultimo progetto Waiting for the Barbarians, diretto da Ciro Guerra e interpretato d Mark Rylance, Johnny Depp La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato e Robert Pattinson.

Stiamo proseguendo anche nell’attività di Celebrity Management, con l’obiettivo di far partecipare sempre più personaggi di fama internazionale a programmi televisivi sia italiani che europei”. Iervolino infine conclude: “Abbiamo da poco siglato nuovi accordi con Johnny Depp e Antonio Banderas e stiamo valutando ulteriori collaborazioni con altre star internazionali”. Fonte: Finanza.com