– Ventottesima ammissione da inizio anno sui mercati di Borsa Italiana, di cui la ventiquattresima su AIM Italia

– Con Iervolino Entertainment sono 127 le società quotate su AIM Italia

– L’azienda ha raccolto 10,7 milioni di Euro

 

Oggi Borsa Italiana dà il benvenuto su AIM Italia a Iervolino Entertainment, società specializzata nella produzione di contenuti cinematografici e televisivi rivolti al mercato internazionale.

Si tratta della ventottesima ammissione da inizio anno sui mercati di Borsa italiana e la ventiquattresima su AIM Italia, che porta a 127 il numero delle aziende quotate sul mercato dedicato alle piccole e medie imprese.

In fase di collocamento Iervolino Entertainment ha raccolto 10,7 milioni di Euro. Il flottante al momento dell’ammissione è del 15,7%, (18,0% in caso di esercizio integrale dell’opzione Greenshoe) con una capitalizzazione pari a 42,9 milioni di Euro. Il valore della produzione del 2018 ammonta a circa 34,6 milioni di Euro.

Iervolino Entertainment è stata assistita da Banca Mediolanum in qualità di Nominated Advisor e Financial Advisor e da Intermonte in qualità di Global Coordinator. Intermonte è anche Specialist.

 

In occasione dell’inizio delle negoziazioni Fabio Brigante, Head of Mid & Small Caps Origination, Primary Markets, Borsa Italiana, ha commentato:

“Con grande piacere diamo oggi il benvenuto su AIM Italia a Iervolino Entertainment, un nuovo esempio di  eccellenza e creatività imprenditoriale italiana che ha successo nel mondo. La quotazione su AIM Italia, mercato di riferimento per aziende ambiziose, dinamiche e con grande potenziale di crescita, permetterà all’azienda di continuare a competere attivamente nel suo settore e di ottenere risorse finanziarie a supporto del suo percorso di sviluppo e internazionalizzazione”.

Andrea Iervolino, Presidente e Fondatore, Iervolino Entertainment, ha commentato:

“La quotazione per noi non è un traguardo ma un punto di partenza per la crescita della nostra azienda. Siamo riusciti a portare il business model delle major hollywoodiane in Italia e ora intendiamo conquistare nuove quote di mercato e consolidare la nostra presenza sulle più importanti piazze internazionali. I nostri film sono made in Italy ma nascono in lingua inglese con attori di fama mondiale. Questo li rende pronti a essere distribuiti in 153 Paesi del mondo con il notevole vantaggio, rispetto ai film americani, di non rientrare nelle quote limite imposte ai film hollywoodiani. I capitali raccolti saranno utilizzati anche per investire sui contenuti innovativi, con particolare attenzione alle serie di short content, che riteniamo rappresentino il futuro dei consumi video”.