This post is also available in: enEnglish

Articolo completo al link: www.finanzaonline.com


Con l’Ipo odierna di Gismondi 1754 sono arrivati a 40 i debutti di quest’anno a Piazza Affari, di cui la stragrande maggioranza nell’AIM Italia (34). Debutti che hanno visto in alcuni casi caldissime accoglienze come nei casi di Officina Stellare (+54%), Cyberoo (+51%) e FOS (+44%) che però hanno riservato le maggiori soddisfazioni al debutto senza poi riservare ulteriori consistenti rialzi in borsa. Caso opposto è quello di Iervolino Entertainment, Global Production Company specializzata nella produzione di contenuti cinematografici e televisivi sbarcata sul mercato Aim di Borsa Italiana il 5 agosto 2019 a un prezzo di 1,95 euro. L’esordio non è stato di quelli da applausi, ma nelle settimane e mesi successivi si è tramutata in una storia di successo.
Oggi il titolo segna un ulteriore rialzo del 4% a 5,72 euro portando la performance dalla quotazione è da urlo: quasi il +200%.

“Nella fase di collocamento la società ha raccolto 10,7 milioni di euro, risorse che verranno impiegate per creare produzioni innovative, acquisire proprietà intellettuali di alto livello, potenziare la web tv e sviluppare nuove serie di short content, che ben si adattano all’uso attraverso gli smartphone” ha detto l’Amministratore Delegato e Presidente Andrea Iervolino intervistato nel numero di dicembre di Wall Street Italia.
“La frontiera dei contenuti digitali di nuova generazione, che vengono distribuiti alle diverse piattaforme, sta diventando il nostro core business. Basti pensare che, secondo alcune ricerche, nei prossimi 10 anni circa il 98% del consumo dei contenuti video si sposterà su formati brevi e su piattaforme mobili, dal telefonino al tablet. Episodi da 5 a 8 minuti al massimo, che potranno essere visti in mobilità andando a scuola o al lavoro. Siamo leader nella produzione di video content di qualsiasi genere: film, short content, broadcast, tv show. Il comune denominatore è la lingua inglese, con star internazionali e con un formato versatile. Per quanto riguarda l’intero 2019, posso confermare gli obiettivi comunicati al mercato dopo avere chiuso i primi nove mesi dell’anno, con ricavi in forte crescita a 47,7 milioni di euro e un Ebit di 14,2 milioni”.